Ente Datoriale per la Formazione sulla Sicurezza sul Lavoro

Nessuna quota d'iscrizione

L'iscrizione al portale è totalmente gratuita.

Materiale didattico on-line

Materiale, servizi, dispense il tutto a portata di click e in continuo aggiornamento.

Supporto istituzionale del Sindacato

Attestati validi su tutto il territorio

Gli attestati rilasciati da EDAFOS sono validi su tutto il territorio nazionale.




Sicurezza e salute sui luoghi di lavoro?

Edafos, la garanzia di un corso valido.

E.da.fo.s. è un’associazione datoriale di aziende e professionisti operanti nel campo della formazione ed in particolare nelle materie riguardanti la salvaguardia della sicurezza e della salute sui luoghi di lavoro.


Corsi HACCP On line

Edafos, mette a disposizione una piattaforma on line per il rilascio di attestati HACCPP.

Scopri come ottenere un account per accedere ai nostri cordi in FAD





RICHIESTA INVITI DIGITALI FIERA AMBIENTE LAVORO 15/17 OTTOBRE

18/09/2019

Si comunica che sono disponibili gli inviti clientela digitale validi per l'ingresso in fiera, visitare...

Nuovo Documento reportistica di classe

16/09/2019

Buonasera, con la presente si comunica che è disponibile il nuovo servizio di reportistica generale...

partecipiamo ad ambiente lavoro 2019 dal 15 al 17 Ottobre - Bologna

12/06/2019

Anche noi saremo presenti a questa bellissima fiera che si terrà nei giorni del 15/16/17 Ottobre 2019...

Leggi altri articoli

Sospensione attività formative dal 5/03/2020 al 15/03/2020

05/03/2020

Come da Decreto della Presidenza del Consiglio dei Ministri del 4-3-2020, sono sospese le attività didattiche...

LAVORATORI STRANIERI: L’IMPORTANZA DI UN “TEST” D’ITALIANO

21/05/2018

LO PRESCRIVE LA LEGGE, E LO DICE IL BUON SENSO: IN SEDE DI ASSUNZIONE DI LAVORATORI STRANIERI, PRIMA...

PRIVACY: Che cos’è il GDPR 2016/679?

23/04/2018

Dal 25 maggio 2018 sarà applicato il GDPR, acronimo di General Data Protection Regulation, ossia il...

Leggi altri articoli

I CORSI

Alcuni dei corsi che offriamo, quì l'elenco completo.

Artt. 37 e 73 del D. Lgs. 81/2008 e s.m.i. Contenuti, tempi e modalità  della formazione di cui all' Accordo Stato-Regioni del 22/02/2012

ARGOMENTI DEL CORSO:

MODULO GIURIDICO-NORMATIVO ( 1 ORA ) : Normativa generale in materia di igiene e sicurezza sul lavoro con particolare riferimento all'uso di attrezzature di lavoro con operatore a bordo. Responsabilita' dell' operatore.

MODULO PRATICO: CARRELLI INDUSTRIALI SEMOVENTI ( 3 ORE ): Illustrazione, seguendo le istruzioni di uso del carrello, dei vari componenti e delle sicurezze. Manutenzione e verifiche giornaliere e periodiche di legge e secondo quanto indicato nelle istruzioni d'uso del carrello. Guida del carrello su percorso di prova per evidenziare le corrette manovre a vuoto e a carico (corretta posizione sul carrello, presa del carico, trasporto nelle varie situazioni, sosta del carrello, ecc.).
Artt. 37 e 73 del D. Lgs. 81/2008 e s.m.i. Contenuti, tempi e modalità  della formazione di cui all' Accordo Stato-Regioni del 22/02/2012.
PROGRAMMA DEL CORSO
MODULO PRATICO : Esercitazioni pratiche operative
individuazione dei componenti strutturali. identificazione dei dispositivi di comando e di sicurezza e loro funzionamento. controlli preliminari all' utilizzo. controlli prima del trasferimento su strada. pianificazione delle operazioni di sollevamento. posizionamento della gru per autocarro sul luogo di lavoro. esercitazioni di pratiche operative. manovre di emergenza. prove di comunicazione con segnali gestuali e via radio. gestione di situazioni di emergenza e compilazione del registro di controllo. messa a riposo della gru per autocarro a fine lavoro.

PROVA PRATICA DI VERIFICA FINALE.
In riferimento agli artt. 17,28 e 29 del D.Lgs. 81/08 smi. Aspetti normativi. giuridici e tecnici

PROGRAMMA DEL CORSO:


Aspetti normativi e giuridici del DVR (4 ore)

Approfondimenti in seno al dettato normativo del D.Lgs. 81/08 e smi Lo standard OHSAS 18001 e la futura norma ISO 45001 (Occupational health and safety management systems -- Requirements with guidance for use)

IL DVR realizzato secondo il modello delle procedure standardizzate (4 ore) Quando è possibile utilizzare tale modello; Pregi e limiti del modello; Valutazione operativa di un caso studio

La redazione del DVR in forma estesa (8 ore) I contenuti minimi del documento; Valutazione quali-quantitativa dei rischi e definizioni di rischi stocastici e normati

Casi pratici e valutazione operativa di due casi studio
In ottemperanza alle disposizioni ed agli obblighi normativi di cui al Decreto Interministeriale del 06 Marzo 2013 ed all' Art. 73 c.5 del Decreto Lgs. n° 81/2008 e dell' Accordo Stato Regioni del 22 Febbraio 2012 
ARGOMENTI DEL CORSO:modulo giuridico-normativo ( 1 ora ) : cenni di normativa generale in materia di igiene e sicurezza sul lavoro con particolare riferimento all'uso di attrezzature di lavoro semoventi con operatore a bordo. responsabilita' dell' operatore.modulo tecnico ( 3 ore ) : categorie di attrezzature: i vari tipi di macchine movimento terra e descrizione delle caratteristiche generali e specifiche, con particolare riferimento a escavatori, caricatori, terne e autoribaltabili a cingoli. componenti strutturali. dispositivi di comando e di sicurezza. controlli preliminari all'utilizzo. modalita' di utilizzo in sicurezza. analisi e valutazione dei rischi piu' ricorrenti nel ciclo base delle attrezzature. avviamento, spostamento, azionamenti e manovre. precauzioni da adottare sull' organizzazione dell'area di scavo o lavoro. protezione nei confronti degli agenti fisici.QUESTIONARIO DI VERIFICA INTERMEDIA.modulo pratico ( 12 ore ) : individuazione dei componenti strutturali. individuazione dei dispositivi di comando e di sicurezza e loro funzionamento. controlli pre-utilizzo. pianificazione delle operazioni di campo. esercitazioni di pratiche operative: guida degli escavatori idraulici, dei caricatori frontali e delle terne su strada. tecniche di manovra e gestione delle situazioni di pericolo. uso degli escavatori idraulici, dei caricatori frontali e delle terne. messa a riposo e trasporto degli escavatori idraulici, dei caricatori frontali e delle terne: percheggio e rimessaggio in area idonea. precauzioni contro l'utilizzo non autorizzato. salita sul carrellone di trasporto.PROVA PRATICA DI VERIFICA FINALE.
D.M. 388/2003 e D. Lgs. 81/2008 integrato dal D. Lgs. 106/2009


PROGRAMMA DEL CORSO:

Allertare il sistema di soccorso: Cause e circostanze dell'infortunio. comunicare le predette informazioni in maniera chiara ai servizi di assistenza sanitaria di emergenza.

Riconoscere un'emergenza sanitaria: Scena dell'infortunio. Accertamento delle condizioni psicofisiche del lavoratore infortunato. Nozioni elementari di anatomia e fisiologia dell'apparato cardiovascolare e respiratorio. tecniche di autoprotezione del personale addetto al soccorso.

Attuare gli interventi di primo soccorso: Sostenimento delle funzioni vitali. Riconoscimento e limiti dell'intervento di primo soccorso. Conoscere i rischi specifici dell'attività  svolta. Conoscenze generali sui traumi in ambiente di lavoro. Conoscenze generali sulle patologie specifiche in ambiente di lavoro.

Intervento pratico: Tecniche di comunicazione con il sistema di emergenza del s.s.n.. Tecniche di primo soccorso nelle sindromi generali acute. Tecniche di primo soccorso nella sindrome respiratoria acuta. Tecniche di rianimazione cardiopolmonare.

Intervento pratico: Tecniche di tamponamento emorragico. tecniche di sollevamento, spostamento e trasporto del traumatizzato. Tecniche di primo soccorso in caso di esposizione accidentale ad agenti chimici e biologici

PROVA PRATICA DI APPRENDIMENTO FINALE.
Formazione ai sensi della Conferenza Stato-Regioni del 25-03-2015, D. Lgs. 81/08 Titolo IX (Sostanze Pericolose).


PROGRAMMA DEL CORSO:


- Classificazione;
- Proprietà chimico-fisiche;
- Classificazione di pericolo e aspetti normativi;
- Metodi di prova ai fini della classificazione delle fibre;
- Tipologia di utilizzo e settori di impiego;
- Effetti sulla salute;
- Esposizione a Fibre Vetrose Artificiali (FAV) nei luoghi di lavoro;
- Valori di riferimento e dati di esposizione;
- Gestione operativa dei rifiuti contenenti fibre minerali;
- Indicazioni operative.