Ente Datoriale per la Formazione sulla Sicurezza sul Lavoro

Nessuna quota d'iscrizione

L'iscrizione al portale è totalmente gratuita.

Materiale didattico on-line

Materiale, servizi, dispense il tutto a portata di click e in continuo aggiornamento.

Supporto istituzionale del Sindacato

Attestati validi su tutto il territorio

Gli attestati rilasciati da EDAFOS sono validi su tutto il territorio nazionale.

Sicurezza e salute sui luoghi di lavoro?

Edafos, la garanzia di un corso valido.

E.da.fo.s. è un’associazione datoriale di aziende e professionisti operanti nel campo della formazione ed in particolare nelle materie riguardanti la salvaguardia della sicurezza e della salute sui luoghi di lavoro.


Corsi HACCP On line

Edafos, mette a disposizione una piattaforma on line per il rilascio di attestati HACCPP.

Scopri come ottenere un account per accedere ai nostri cordi in FAD





RICHIESTA INVITI DIGITALI FIERA AMBIENTE LAVORO 15/17 OTTOBRE

18/09/2019

Si comunica che sono disponibili gli inviti clientela digitale validi per l'ingresso in fiera, visitare...

Nuovo Documento reportistica di classe

16/09/2019

Buonasera, con la presente si comunica che è disponibile il nuovo servizio di reportistica generale...

partecipiamo ad ambiente lavoro 2019 dal 15 al 17 Ottobre - Bologna

12/06/2019

Anche noi saremo presenti a questa bellissima fiera che si terrà nei giorni del 15/16/17 Ottobre 2019...

Leggi altri articoli

LAVORATORI STRANIERI: L’IMPORTANZA DI UN “TEST” D’ITALIANO

21/05/2018

LO PRESCRIVE LA LEGGE, E LO DICE IL BUON SENSO: IN SEDE DI ASSUNZIONE DI LAVORATORI STRANIERI, PRIMA...

PRIVACY: Che cos’è il GDPR 2016/679?

23/04/2018

Dal 25 maggio 2018 sarà applicato il GDPR, acronimo di General Data Protection Regulation, ossia il...

AVVISO CORSI ATTREZZATURE

19/07/2017

Buonasera,volevamo ricordarVi che per tutti i corsi sulle attrezzature di lavoro, che fanno capo all'Accordo...

Leggi altri articoli

I CORSI

Alcuni dei corsi che offriamo, quì l'elenco completo.

Art. 32 del D. Lgs. 81/2008 e s.m.i. e Accordo Stato Regioni del 26 Gennaio 2006

1) Valutazione dei Rischi - Analisi dei pericoli e dei rischi: sequenza logica - Ruolo del datore di lavoro, dirigenti e preposti - Elementi per la costruzione di una matrice (4 ore)
2) Compiti del SPP-Coordinamento e DUVRI. (4 ore)
3Prevenzione incendi e normativa CPI Pubbliche amministrazioni e Scuole. (4 ore)
4) Rischi fisici e il ruolo del medico competente (4 ore)
5) Le tipologie dei rischi nei luoghi di lavoro. Piani di emergenza ed evacuazione. (4 ore)
6) Documento di Valutazione dei rischi e modulistica. (4 ore)

ESAME DI VERIFICA FINALE.
Art. 32 del D. Lgs. 81/2008 e s.m.i. e Accordo Stato Regioni del 26 Gennaio 2006   CONTENUTI DEL CORSO: ASPETTI GIURIDICO ' NORMATIVI; VALUTAZIONE DEI RISCHI; RISCHI DERIVANTI DALL'ORGANIZZAZIONE DEL LAVORO; RISCHI INFORTUNI; IL RISCHIO CHIMICO; IL RISCHIO FISICO E BIOLOGICO; DOCUMENTI ED EMERGENZE; I PRINCIPALI RISCHI LEGATI ALL'INDUSTRIA; I RISCHI SPECIFICI NELL'INDUSTRIA; GLI IMPIANTI; MMC E WMSDs; MOVIMENTAZIONE DEI CARICHI; GESTIONE DELLA SICUREZZA.  TEST DI APPRENDIMENTO FINALE. IL PRESENTE ATTESTATO HA DURATA QUINQUENNALE DALLA DATA DI EMISSIONE.
Art. 98 e Allegato XIV del D.Lgs. 81/2008


ARGOMENTI DEL CORSO:

MODULO GIURIDICO (28 ore): La legislazione in materia di sicurezza e igiene sul lavoro. La Legge-Quadro in materia di lavori pubblici. La disciplina sanzionatoria e le procedure ispettive.

MODULO TECNICO (52 ore): L'organizzazione in sicurezza del cantiere. Il crono programma dei lavori. Gli obblighi documentali. Metodologie per l'individuazione, l'analisi e la valutazione dei rischi. I rischi fisici, biologici, elettrici, chimici. Le malattie professionali ed il primo soccorso. Il rischio incendio ed esplosione. Ponteggi ed opere provvisionali. I DPI e la segnaletica di sicurezza.

MODULO METODOLOGICO-ORGANIZZATIVO (16 ore): I contenuti minimi del Piano di Sicurezza e Coordinamento, del Piano Sostitutivo di Sicurezza e del Piano Operativo di Sicurezza. I criteri metodologici per l'elaborazione di:piani di sicurezza e di coordinamento, fascicoli, piani operativi di sicurezza, PI.M.U.S. La stima dei costi della sicurezza. Tecniche di risoluzione dei problemi e di cooperazione; gestione dei gruppi e leadership. I rapporti con la committenza, i progettisti, la direzione dei lavori, i rappresentanti dei lavoratori per la sicurezza.

PARTE PRATICA (24 ore): Esempio di Piani di Sicurezza e Coordinamento: presentazione dei progetti, discussione sull'analisi dei rischi legati all'area, all'organizzazione del cantiere, alle lavorazioni ed alle loro interferenze. Visita in cantiere. Lavori di gruppo: stesura di Piani di Sicurezza e Coordinamento. Esempi e stesura di fascicolo. Simulazione sul ruolo del Coordinatore per la sicurezza in fase di esecuzione. Esempi di Piani Operativi di Sicurezza e di Piani Sostitutivi di Sicurezza.

Test e simulazioni finali di verifica dell'apprendimento.  
Ai sensi degli artt. 73, 77 e 107 del D.Lgs. 81/2008 e s.m.i.

ARGOMENTI DEL CORSO:

Modulo teorico: 
Protezione individuale e DPI; Adeguatezza nella scelta dei DPI; Obblighi dei lavoratori nell'uso dei DPI; La tipologia di DPI di terza categoria; Normativa di riferimento; Caratteristiche dei DPI per la protezione delle cadute dall'alto; La nota informativa del fabbricante; Durata, manutenzione e conservazione dei DPI oggetto della formazione; Procedura di verifica e controllo dei DPI oggetto della formazione; Uso e limitazioni di utilizzo dei DPI oggetto della formazione; Tirante d'aria nei sistemi anticaduta e fattore di caduta.

Modulo pratico: 
Illustrazione dei DPI oggetto della formazione; Equipaggiamento corretto dei DPI oggetto della formazione; Collegamento corretto dei DPI oggetto della formazione; Posizionamento in appoggio su struttura verticale; Accessi verticali e orizzontali con doppio cordino anticaduta; Accessi verticali con anticaduta guidati su linee di ancoraggio flessibili e rigide; Soccorso dell'operatore in quota.
 
Decreto del Ministero del Lavoro 6 Marzo 2013 (specifica per i criteri 2° al 6° ) in attuazione dell'art. 6 del D.Lgs 81/2008 smi.


PROGRAMMA DEL CORSO:

FONDAMENTI DELLA FORMAZIONE ALLA SICUREZZA (8 ore): Le finalità  della formazione alla sicurezza; Le competenze, le capacità  e le abilità  del formatore; La differenza tra formazione, informazione e addestramento; La gestione dei diversi step di un processo formativo;

GESTIRE LA COMUNICAZIONE PER PROMUOVERE LA SICUREZZA (8 ore): L`approccio formativo dalla progettazione all`organizzazione della lezione; Il comportamento e la comunicazione del docente in aula; La gestione delle domande, i feedback ed i riepiloghi; Sperimentiamo il nostro essere docente e formatore; I consigli del docente: il facilitatore;


LA FORMAZIONE DEI LAVORATORI ALLA SICUREZZA SUL LAVORO (8 ore): Legislazione di base (Costituzione, Codice Civile etc ); Evoluzione normativa nel tempo, ACCORDI STATO-REGIONI sulla formazione obbligatoria dei lavoratori; Definizioni ed obblighi dei ruoli della sicurezza.  
D. Lgs. 81/2008 artt. 37, 66 e 121 e Allegato IV punto 3; DPR 177/2011 artt. 2 e 3 

ARGOMENTI DEL CORSO: 

MODULO TEORICO ( 2 ORE ) : CONOSCERE IL CONTESTO NORMATIVO E LE BUONE PRATICHE. IL COMMITTENTE E L' IMPRESA ESECUTRICE: CONOSCERE I RUOLI, LE RESPONSABILITA' ED I RELATIVI OBBLIGHI. RICONOSCERE GLI AMBIENTI SOSPETTI DI INQUINAMENTO O CONFINATI. CONOSCERE E SAPER INDIVIDUARE I FATTORI DI RISCHIO. CONOSCERE, SAPER INDIVIDUARE ED ELABORARE LE MISURE DI PREVENZIONE E PROTEZIONE SPECIFICHE. CONOSCERE LE SPECIFICHE STRUMENTAZIONI, ATTREZZATURE E D.P.I. DA UTILIZZARE NEGLI AMBIENTI SOSPETTI DI INQUINAMENTO O CONFINATI. PROCEDURE DI SICUREZZA E PROCEDURE DI SOCCORSO. 

COLLOQUIO DI VERIFICA DELL' APPRENDIMENTO.

MODULO PRATICO ( 2 ORE ) : APPLICARE IN MODO CORRETTO LE PROCEDURE DI SICUREZZA. UTILIZZARE IN MODO CORRETTO LE ATTREZZATURE SPECIFICHE PER GLI AMBIENTI CONFINATI, LE PROTEZIONI DELLE VIE RESPIRATORIE, IL SISTEMA DI RECUPERO CON L'IMBRACATURA. ESERCITAZIONI TEORICO PRATICHE PER VERIFICARE L'APPLICAZIONE DELLE PROCEDURE DI SICUREZZA CONFORMI AL D.LGS. 81/08. PROVE PRATICHE INDIVIDUALI PER VERIFICARE L'USO CORRETTO DEI D.P.I., DELLA STRUMENTAZIONE E DELLE ATTREZZATURE DI LAVORO. 

PROVA PRATICA DI VERIFICA FINALE.